Da Motta Baluffi a Polesine Parmense Un grande giorno per morire..

venerdì, maggio 23

Scusate il ritardo. Sono stati giorni molto intensi ed ho avuto poco tempo per scrivere e pubblicare foto.
Ricapitoliamo. Il 20 sono arrivato a Motta Baluffi dopo la sosta. Il Po era cresciuto di quasi 5 metri. Vitaliano Daolio e Roberta Panizza, nel loro centro Po fishing center (vedi link nella home page), che comprende un acquario con tutte le specie presenti nel Po e vari servizi per la pesca sportiva, mi hanno ospitato per un altra notte. Cena bellissima in loro compagnia.
Al mattino Vitaliano decide di accompagnarmi in barca fino a Cremona.
Ci svegliamo e lui esordisce dicendomi – oggi è un grande giorno per morire- mi tocco e capisco che o la va o ci spacca (il Grande Fiume)..
Partiamo ed il vento cessa. Effettuiamo un passaggio incredibile navigando per un ramo solitamente chiuso. Grazie alla piena Vitaliano pensa che ci sia un piccolo passaggio che riporta in Po. Non si sbaglia ma il passaggio è un piccolo varco sopra il primo argine di massi. scendiamo e spostiamo a mano un po’ di rocce per creare un passaggio con almeno 20 cm d’acqua. La corrente è da torrente; c’è una rapida che mi porterebbe via se cadessi. Solleviamo quasi la barca e riusciamo a passare. In Po la corrente è bestiale. Impossibile affrontarla. Grazie all’esperienza della mia guida indiana riusciamo a sfruttare ogni scarso di corrente per arrivare alle 17 a Polesine Parmense. Di grande aiuto sono stati, A un piccolo motorino elettrico che ci ha spinti nei passaggi impossibili, B Stefano che ci ha trainato per gli ultimi 3 km quando ormai le nostre batterie (intendo quelle fisiche anche) erano scariche, C Roberta con il suo appoggio logistico a terra.
A Polesine Parmense scopro un piccolo paradiso. Il pontile è situato in un’ansa meravigliosa, senza corrente e protetta. Andiamo poi a visitare un castello dei Pallavicini che ora si chiama Corte Pallavicina ed è un luogo di accoglienza meraviglioso, con saloni affrescati, camini in ogni camera, funzionanti, e suites perfette con vista Po. Ma è nelle cantine che scopro una meraviglia: la Fort Knox del culatello di Zibello. Più di 6000 culatelli nella più antica cantina da stagionatura al mondo. Poi qualche centinaia di forme di parmigiano di collina di montagna etc. Un bengodi opera di Massimo Spigaroli, che riscopre tradizioni e saperi scomparsi e che poi traduce in poesie gastronimiche nel suo ristorante Il cavallino bianco.
Hic manebimus optime. Non vi racconto delle raffinatezze agricole e di allevatore che mette in opera nella sua azienda modello, tanto che il principe di Galles in persona lo ha ospitato nella sua tenuta in Inghilterra per farsi insegnare alcune tecniche di stagionatura. Vi consiglio di visitare il sito http://www.acpallavicina.it oppure http://www.cavallinobianco.it per conoscere meglio le sue raffinatezze.

Alla sera avrei dovuto dormire nel casotto del marina ma Vitaliano e Roberta mi invitano ancora a casa loro. Sicuramente meglio.
Al mattino è un altro grande giorno per morire. Torniamo a Polesine Parmense ed avremo un sostegno mai visto! Stefano, di Legambiente ci farà da barca appoggio per il tratto Polesine parmense Cremona e, a bordo ci sarà un altro Stefano, Barborini, che ci ha aiutato tantissimo in questa bellissima cittadina. Ci fanno una intervista. E’ Paolo Panni della Gazzetta di Parma.
Partiamo quindi in due sulla barca e due sulla barca appoggio. Il vento si alza. Issiamo le vele ed affrontiamo il Grande Fiume, destinazione Cremona..

A presto Vi racconterò come è andata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: